Patch Adams "Felicitā"

Se dovessi pubblicare un quotidiano stamperei soprattutto storie felici, relegando quelle tristi alle ultime pagine in modo che chiunque voglia 'finire in prima pagina' debba fare qualcosa di divertente. Immaginatevi un quotidiano che raccontasse estaticamente di una passeggiata nei boschi! L'attenzione per la sofferenza permea anche la cultura popolare. Le produzioni televisive commerciali promuovono emozioni negative come il sospetto e l'invidia. Siamo così abituati al dolore che molti di noi ormai pensano che un'esistenza felice sarebbe indesiderabile o addirittura noiosa...
Esserefelici ha conseguenze politiche. La pace e la cooperazione mondiale appartengono al paradigma della felicità, mentre guerre e diatribe sui confini fanno parte del paradigma del dolore. E' caratteristico della felicità aiutare gli altri, come è caratteristico del dolore essere soli. Se un numero sufficiente di persone raggiungesse la felicità forse anche il mondo potrebbe diventare più pacifico. Divertimento è ciò che provano le persone quando sono felici...
Patch Adams "Felicitā"